La prima volta

by

Report in giornata di neve dell’incontro di ieri sera.

Eravamo in 16: Carla ed Emilia, le amiche della biblioteca di Mezzago, Lorenzo, Rosella, Danilo che e’ Ulisse, Giovanna che NON e’ Penelope, Cristina da Roncello, Lucia che ci ha aiutate a “partorire” il gruppo di lettura, Francesca, Laura, Paola che ha portato con se’ Olga, graditissima amica spagnola (hola!), Diana aka missmorland, Patrizia aka brionytallis, Adriano aka partigianojonny, Sara aka lisebeth.

E’ stata una serata di presentazione di libri e di noi stessi suggellata da tisane e biscottini del mercato equo e solidale. La votazione ha stabilito che di otto titoli proposti:

  • Il partigiano Jhonny. B. Fenoglio
  • Cronaca di una morte annunciata. G.G. Marquez
  • La vedova scalza. S. Niffoi
  • La promessa. F. Durrenmatt
  • L’imperatore di Portugallia. S. Lagerlof
  • La gang del pensiero. T. Fischer
  • La donna della domenica. Fruttero e Lucentini
  • La famiglia Winshaw. J. Coe
  • Quella sera dorata. P. Cameron
  • L’attentarice. Y. Khadra

leggeremo L’imperatore di Portugallia presantato da missmorland che ha elogiato le atmosfere rarefatte del libro e ha pronunciato la parola magica: “amore”. Ha sbaragliato la Resistenza raccontata in feninglese, la grandezza di Marquez, lo squarcio nella pancia dell’incipit di Niffoi, la morte del romanzo giallo di Durrenmatt, il cervellotico rapinatore filosofo di Fischer, l’affresco torinese regalatoci da Fruttero e Lucentini, il mondo inglese di Coe, la modernita’ retro’ di Cameron e la stretta attualita’ de L’attentatrice scritto da un uomo con pseudonimo femminile.

Tra ragione e sentimento il vincitore salta agli occhi.

Per il prossimo mese abiteremo su un’isola, quindi, ma in modo molto diverso dai personaggi di Lost 🙂

Buona lettura a tutt*, ci vediamo l’8 gennaio!

16 Risposte to “La prima volta”

  1. brionytallis Says:

    Sul fatto che saremo su un’isola diversa da quella dove vivono i personaggi di Lost è ancora da vedere…. leggere un libro non è un po’ come cadere improvisamente su un’isola deserta e scoprire giorno dopo giorno (pagina dopo pagina) tutto un mondo nuovo ?

  2. PAOLA Says:

    Cara Sara, il tuo report è fantastico! ho deciso di girarlo alle amiche assenti ieri, sicuramente riuscirai a conquistarle.
    Io mi sono divertita ed è stato bello incontrare persone conosciute per scoprire di condividere l’amore per la lettura, e persone sconosciute per ampliare le amicizie.
    Sono contenta che abbia vinto l’imperatore, l’ho preferito tra gli altri per la presentazione appassionata di Diana (i complimenti glieli ho già fatti anche direttamente) e con zampata felina mi sono accapparrata la sua copia consumata dalla sua passione.
    baci a tutti, alla prossima Paola

  3. Sciura Pina Says:

    Costretta in casa dal vaccino antinfluenzale, seguo le vicende del neonato gruppo sul blog.
    Per la prossima volta vedrò di esserci e, soprattutto, di leggere il libro
    ciao

  4. Fulvia Says:

    Ciao, io sono un’amica di Mezzago che non ha potuto partecipare al vostro primo incontro, ma che desidera ardentemente fare parte del gruppo.
    Ci vediamo presto!!!!!

  5. missmorland Says:

    Benvenuta Fulvia, e benvenuta Sciura Pina🙂
    Vi aspettiamo l’8 gennaio, allora!

  6. brionytallis Says:

    Lancio una proposta a qualcuno che ha già avuto il piacere di leggere L’imperatore di Portugalia.
    Qualche suggerimento ? Capitolo preferito ? C’è qualche personaggio a cui dobbiamo fare particolarmente attenzione ?
    Lo so è l’impazienza della lettura…. Cerchiamo d creare un po’ di attesa a chi si pregusta la lettura durante le vacanze natalizie, magari con un po’ di neve
    A presto.

  7. missmorland Says:

    c’è una scena, all’inizio, che è decisamente uno dei miei pezzi di libro preferiti: è nata la bambina e Jan, il padre, deve scegliere un nome per la piccola. non dico altro per non rovinare la “sorpresa”, ma è una pagina che ho riletto spesso.🙂
    buon fine settimana e buona lettura!io parto con la rowling e spero di ritrovarmi in mezzo ad una tormenta di neve🙂

  8. Lucia Says:

    Finalmente mi connetto…10 + al primo incontro e al primo libro scelto…sono alle ultime pagine!
    Lodi per il clima accogliente, completo di momento tisana con biscotti e per chi non ce l’ha ancora vada in biblioteca: abbiamo anche un segnalibro personalizzato “DESPERATE READERS”..bell’idea!
    a presto!

  9. lisebeth Says:

    io ho amato molto l’abbraccio la mondo, non dico di più. e concordo sull’estrema bellezza del momento della scelta del nome.

  10. partigiano Jonny Says:

    Era proprio quello che mi aspettavo: una fiaba, una fiaba con un secolo sulle spalle, piena di buoni sentimenti, come quelle che le nonne raccontavano nelle stalle del bergamasco mentre sgranavano il granoturco. Un libro da donne (o nonne?) insomma. Per chi ama sognare ad occhi aperti, per chi non vuole vedere il mondo là fuori.
    C’è mancata solo la fata buona o il trol cattivo.
    Mi spiace (tanto) per Missmorland ma Selma Lagerlof mi ha deluso quasi quanto Stieg Larsson. Non te la prendere Missmorland. Ci sarà un’altra
    occasione. Forse dovremmo rivalutare Lyala?
    Ci risentiamo.

  11. brionytallis Says:

    …bene vedo che molti di voi sono già a buon punto se non avete addirittura finito il libro.
    Su Partigiano Johnny non fare il solito .. secondo me tu parti prevenuto solo perchè è una scrittrice donna ! Per Stieg te ne devi fare una ragione.. ormai fa parte delle “100 cose che devi fare prima che finisca il 2008”
    Grazie Lisebeth e Miss Morland per i suggerimenti nella lettura… solo un dubbio Miss Morland.. non sarai partita con la Rowling che intendo io ? Lo sai che per me “La Potter” è una sola (e non è certo “Harry” !)….
    Ciao Lucia. che peccato non averti fatto gli auguri proprio il 13 dicembre. Comunque a presto.

  12. lisebeth Says:

    Non mi risulta che Lyala abbia mai ricevuto un Nobel per la letteratura, ne’ che fosse annoverata tra gli accademici di Svezia. Per quanto riguarda invece la presunta incapacita’ o non volonta’ di vedere il mondo la’ fuori e’ un’affermazione che casomai dimostra che il partigianojonny non vede le donne la’ fuori piuttosto!

  13. lisebeth Says:

    Pero’ sai una cosa partigiano? Pensa se alla fine della prima esperienza di gruppo di lettura diventassi un profondo conoscitore di donne! Premi Nobel e non🙂

  14. LUCIA Says:

    MA IL LIETO FINE DOV’è?!?!
    Ho sentito che per la prossima volta saranno i desperate readers a proporre una lettura…il dubbio è: se propongo un libro già letto, salto un giro; se invece è nuovo anche per me non garantisco il buon esito della proposta…voi come vi muovete?!
    TANTI AUGURI A TUTTI!!!BUONI GIORNI!!!
    Lucia

  15. lisebeth Says:

    Eh, grande dilemma, Lucia. In effetti credo che consigliare un libro mai letto sia dura, però non ci sono regole in merito. Vedi tu se “osare” con un libro che sia nuovo anche per te o meno…

  16. Sciura Pina Says:

    Sono tornata or ora dai monti, ho letto il libro, ma lascio i commenti a giovedì…..
    un saluto a tutti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: