I “si’ ma” di Paasilinna

by

Ben due nuove desperate all’incontro di giovedi’ 11 marzo: Antonella e Anna si sono unite al gruppo di lettura per discutere de I veleni della dolce Linnea di Arto Paasilinna. Eravamo in dieci e il commento piuttosto uniforme e’ stato “bello, ma…”, nel senso che si legge velocemente, appassiona, e’ ben scritto, apre alcuni scorci sulla realta’ sociale della Finlandia del tempo (20 anni fa circa), costruisce il bel personaggio di Linnea. Ma.

C’erano diversi ma, uno riguardava la paura che il ricordo del libro si sarebbe volatilizzato ben presto. Uno concerneva la leggerezza del libro “si’, carino, MA”. Uno si poneva quesiti in merito alla quarta di copertina che lo definiva un romanzo in grado di penetrare la realta’ circostante mentre la percezione era di un romanzo che restasse in superficie. Il mio ma personale riguardava la brutale uccisione di cane, gatto, maialino e stormi di piccioni. Se fossi certa che gli altri romanzi di Paasilinna sono esenti da cani-gatti-etc.-cidi ne leggerei altri, ma vatti a fidare di chi consiglia senza specificare! (vero Rita e Miss Morland?🙂

Il fatto e’ che, dopo il giro di avversative la discussione ha preso una piega sociale, si e’ infatti passate a parlare di quanto ci si percepisce “sicuri” nel proprio paese e anche a casa propria. Si e’ parlato delle montature giornalistiche di casi sempre diversi con nemici sempre diversi, si e’ parlato degli anni ’80 e dell’eroina.

Poi siamo tornate a parlare del romanzo, del suo epilogo e dell’Inferno.

Una serata che si e’ autodeterminata e che si e’ conclusa con la torta al cioccolato piu’ soffice del mondo preparata da Lucy. Ancora benvenute a Anna e Antonella e grazie Lucy!

5 Risposte to “I “si’ ma” di Paasilinna”

  1. lucy Says:

    prego! devo dire che la serata di giovedì mi è proprio piaciuta. se i libri potessero essere sempre spunto di riflessione e di approfondimento sulla realtà che ci circonda, avrebbero davvero superato le migliori aspettative. e se questo lo possono fare anche solo i libri “leggeri”… (ma a questo punto mi sorgono dei dubbi sulla “leggerezza” della perfida linnea!). forse è per questo che in italia si legge così poco? o forse, la realtà è così perchè leggiamo poco? mah…

  2. Fulvia Says:

    Mamma mia che sguardo allucinato ha Paasilinna, adesso capisco tutto!!!! Se già dopo aver letto i veleni della dolce Linnea ero certa che non ne avrei letti altri dell’autore, adesso lo sono ancora di piu’…….
    Ottima davvero la torta, oltre che golose di letture lo siamo anche di dolci….

  3. brionytallis Says:

    Al contrario di Fulvia ho intenzione di leggerne altri di libri di Paasilinna, perchè penso che la dolce Linnea non gli renda giustizia. Lo sguardo allucinato è solo una garanzia, avete mai visto le foto di King ? Come dice Flaubert “E tu cosa sei, tu, lettore? In quale categoria ti schieri? in quelle degli sciocchi o in quella dei pazzi?” Ai desperate l’ardua sentenza.

    Hai ragione Lucy: la leggerezza di Linnea era solo sofficità proprio come la tua torta (a proposito la ricetta…) In realtà la sostanza c’era anche se mascherata da dell’ottimo cioccolato ! Sul fatto che in Italia si legga poco io non sono così convinta. Chi le fa queste rilevazioni ? A quando sono aggiornate ? Come sono fatte e soprattutto: “chi le paga” ?
    Ai fini statistici basati sull’acquisto di libri io sarei nella media nazionale (1-2 libri l’anno). Ah ah ahahahahahahahaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  4. lucy Says:

    il mio è un osservatorio parziale: i miei alunni! certo, anche io di libri ne compro proprio pochini (complice la nostra super fantastica biblioteca, anche se avrei da fare qualche appunto sui gusti nordici delle bibliotecarie!😉. a presto per la ricetta!!!

  5. Antonella Says:

    Grazie per il benvenuto!
    Mi sono divertita molto e sentita subito a mio agio.
    Penso di leggere qualche altro libro di Paasilinna
    e stato come quando assaggi un nuovo piatto: non è cattivo… ma non sai se ti piace… allora bisogna riassaggiarlo… certo che non sarà mai come la pizza!
    Ciao a tutte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: