Atonement

by

Un suono come uno sparo.. così mi aveva colpito il titolo originale e non gli ho mai dato troppo importanza.   In realtà il titolo è perfetto e racchiude in sè tutto il romanzo.     Eh sì, il report della serata di giovedì 8 aprile mi  tocca e anche se di giorni ne sono passati, devo dare ragione a lisbeth che sostiene che questo è un libro che va  fatto sedimentare (o forse come un buon vino, invecchiare ?).

Stranamente senza fenomeni atmosferici rilevanti (però è di questi giorni la nube d’Islanda – ancora paesi nordici avete notato?), abbiamo avuto due nuovi partecipanti che – insieme ai nuovi  acquisti Anna e Antonella – hanno determinato un cambio squadra rispetto al nucleo originario. Per finire in dolcezza i delicati pasticcini di Antonella (ricetta ricetta… ci manca già quella di Lucy).

Commenti senza  una struttura precisa ma concordi:  il libro è piaciuto (con una sola eccezione mi sembra, bloccata a pagina 43 !).  C’è chi apprezzato la prima parte, chi la seconda, chi ha riletto e riletto l’ultima.

Per movimentare una po’ la discussione (come se ce ne fosse bisogno)  ho portato dei cartoncini con i nomi dei personaggi e dei luoghi dove si svolge l’intera vicenda, stile gli imprevisti del Monopoli.  Ognuno ne  sceglie uno e parla a ruota libera. Devo dire che come sistema funziona.  Personaggi sconosciuti, confusi, soprannomi coniati  (uno per tutti Lola la scimmia), colpe rinfacciate, colpevoli identificati ma non assolti né condannati, etichette a  go-go e discussione accesa.   Alla fin fine mi sembra che  il libro sia piaciuto, Briony (sigh !) un po’ meno ma il libro parla da sè.   Votazione post-lettura superiore a quella pre-lettura (e in assenza  di rusceris che è pure lei una fan) ed è forse la prima volta, ma non ci giurerei: ragioniere o ingegnere cercasi visto che il partigiano johnny ha dato ormai forfait.

Tanti gli spunti,  come in altri libri di McEwan:  i bambini, le figure degli adulti (intesi come genitori) assenti, lo stupro, le scene crude di guerra, la passione, l’inimitabile tensione erotica della scena della fontana e quella della biblioteca.  Anche la “guerra di Robbie” ha colpito diversi membri del gruppo (eh sì care lisbeth e missmorland, questa volta nessun animale è stato maltrattato nella trama di questo libro, ma vogliamo parlare degli esseri umani ?), così come il finale,  che per me rimane il vero capolavoro dell’autore. Un gioco di storia nella storia, di una colpa espiata ma a mio avviso non propria della protagonista.

Sono convinta che, come per le amicizie profonde,  questo è un libro a cui non si possa dire addio, questo è un libro “sempre nel cuore” che rimane lì per diverso tempo ma, al momento più o meno opportuno,  farà di nuovo capolino nella nostra vita.

4 Risposte to “Atonement”

  1. Atonement « Desperate Readers Says:

    […] Vai a vedere articolo: Atonement « Desperate Readers […]

  2. lisebeth Says:

    Grande briony, hai scelto una foto meravigliosa tratta dal film, sempre con la mitica fontana e la mano di Robbie. Lunedì mi sono vista il film e: la tensione erotica di quella scena è inesistente, i personaggi sono impomatati e poco vivi, ci sono rimasta male. Il film ricorre alla narrazione in parallelo e da diversi punti di vista del libro e va bene, ma sembra il guscio vuoto di Espiazione…
    Per quanto riguarda il romanzo: grandissimo ritratto del conflitto sociale!

  3. Desperate Readers | GRUPPO/I DI LETTURA Says:

    […] libro che il gruppo Desperate ha letto la scorsa primavera e del quale brionytallis ci parla in un post sul loro […]

  4. 2010 in review « Desperate Readers Says:

    […] The busiest day of the year was May 7th with 76 views. The most popular post that day was Atonement. […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: