Ventiquattro: ma le cose andarono diversamente

by

Kimmo Joentaa aveva pensato di trascorrere la vigilia di Natale da solo, ma le cose andarono diversamente.
Come negli anni precedenti, si era registrato in anticipo per essere di servizio e aveva trascorso la giornata nel silenzioso edificio della Polizia, apparentemente deserto.
Sundstroem era in vacanza a sciare, Groehnholm realizzava ai Caraibi un sogno coltivato a lungo, e nel pomeriggio Tuomas Heinonen se ne era andato a decorare l’albero di Natale a beneficio della famiglia. In caso di necessità sarebbe stato raggiungibile; ma non fu necessario chiamarlo.
Joentaa sbrigò alla scrivania alcune pratiche che avrebbero potuto anche aspettare. Alla radio davano musica natalizia. Violino, pianoforte, e le limpide, acute voci di un coro infantile. Dopodiché un filosofo e teologo lo illuminò in tono impersonale sul fatto che Gesù Cristo era nato in estate. Joentaa si interruppe un attimo e cercò di concentrarsi sulla voce alla radio, ma ecco di nuovo la musica, una specie di rap natalizio. Aggrottò la fronte e si volse si nuovo al foglio che aveva davanti.
Verso sera, attraverso l’ampio atrio ciondolò verso la caffetteria, immersa nell’oscurità. A diffondere un po’ di luce era solo l’albero, decorato in rosso e oro e situato accanto al distributore delle bibite.
Oltre i vetri cadeva la neve. Joentaa si sedette a un tavolo. In una ciotola c’erano dei biscotti. A forma di stella. Joentaa ne prese uno, sulla lingua sentì il sapore dello sciroppo d’acero, aspirò il profumo degli aghi di abete e nel vano d’ingresso, accanto all’accettazione, vide una donna che gli parve strana. Stava lì immobile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: