Di cosa parliamo quando parliamo di Carver? E l’esta-testo.

by

Ieri sera abbiamo aperto l’incontro dei Desperate Readers con una notizia piuttosto sconvolgente. Scrive Baricco in un articolo su La Repubblica che a quanto pare Raymond Carver, da sempre annesso alla corrente minimalista dalla critica, non era cosi’ minimalista. Mi spiego meglio: il suo editor ha rimaneggiato pesantemente l’opera originale di Carver, tagliandola e cambiando il finale di molti dei suoi racconti. Di cosa parliamo allora quando parliamo di minimalismo in Carver?Dovremo aspettare ancora un po’ per poter leggere l’opera cosi’ come l’aveva concepita Carver e ci siamo presi l’estate per leggere ‘Di cosa parliamo quando parliamo d’amore‘.

Poi, certo, abbiamo parlato del libro letto ‘Non avevo capito niente‘ di Diego De Silva che ha deluso Lucia che l’aveva proposto e che aveva grandi aspettative, e ha divertito i piu’. C’e’ chi ha trovato molto calzante la descrizione del mondo degli avvocati, c’e’ chi ha seguito le riflessioni dei personaggi, trovandosi dalle pagine del libro all’inseguimento dei propri pensieri. C’e’ chi ha dichiarato che leggera’ altri libri di quell’autore. C’e’ chi non l’ha finito proprio. C’e’ chi l’ha sottoposto alla prova “per capire se un libro vale leggi la prima e l’ultima frase e vedi se funzionano insieme’ e si’, “Non avevo capito niente’ funziona.

Veniamo all’esta-testo di quest’anno: ‘Le quattro casalinghe di Tokyo‘ di Natsuo Kirino ha stravinto, dopo l’ovazione ricevuta durante la lettura della trama che narra di donne che, stanche di subire, reagiscono. Ci ritroveremo a settembre per parlare del libro scelto e per inaugurare un nuovo momento: la risposta alla domanda del mese. La brillante idea di Anna e’ la seguente: estendere al gruppo di lettura una domanda suggerito da un libro per poi ritrovarci con le risposte la volta successiva. La sera scorsa la domanda e’ stata: “Che cosa ti procura la lettura?”. Suggerita da Irene Nemirovzky ne ‘La preda‘.

L’ottima torta di Rita, preparata con amore e lievito madre, e’ stata la degna conclusione per questa stagione di letture condivise.Immagine

Grazie a tutt*! E arrivederci al 17 settembre.

Una Risposta to “Di cosa parliamo quando parliamo di Carver? E l’esta-testo.”

  1. Ipazia Says:

    L’ha ribloggato su Ipazia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: