Siamo tornate, ma senza essercene mai andate

by

Nel senso che gli incontri del gruppo di lettura sono continuati, ma il blog ne è rimasto all’oscuro, solo vita vera. In effetti, però, è bello condividere anche con chi non partecipa al nostro gruppo di lettura le nostre discussioni sui libri e quindi rieccoci.

A gennaio ci siamo incontrati per parlare di Follie di Brooklyn di Paul Auster che è piaciuto a tutte con la sola eccezione del partigianojohnny che si è prodigato in un “uno contro tutti” veramente tenace, pur non avendo finito di leggere il romanzo. La critica era la scarsa verisimiglianza dcasidimenticatijpegel romanzo a cui hanno controbattuto strenuamente tutte le desperate readers, capeggiate da Antonella. Personalmente condivido l’altra osservazione del partigiano secondo cui il romanzo di Paul Auster non emoziona, è un libro intellettuale e non di cuore, ma non tutti i libri devono per forza emozionare, o no? In ogni caso, il romanzo è piaciuto molto, sull’alto livello della scrittura tutte e tutti erano concordi.

Da qui a marzo leggeremo I casi dimenticati di Kate Atkinson, proposto dal partigianojohnny e ne parleremo martedì 23 febbraio, alle 21.00.

A presto!

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: